Login Form

Login Form

Comunicazioni dell'Associazione (53)

Venerdì, 13 Febbraio 2015 17:24

Iscrizione Assemblea Marzo 2015

Scritto da

COSA INDICARE NEL MODULO

ALLOGGIO

IMPORTANTE: per una buona distribuzione nelle camere vi preghiamo di comunicarci il vostro arrivo e il numero di persone compilando il modulo on line entro e non oltre SABATO 28 FEBBRAIO.Successivamente non saremo più in grado di garantirvi un letto. Le camere della casa principale hanno all'incirca sei posti letto ciascuna. La precedenza sara' data alle famiglie, culle/materassi per bambini piccoli saranno quindi molto utili. Chi non rientrerà nella sistemazione delle camere di Panta Rei alloggerà in due altre case vicino, nella grande sala riunioni o in aziende WWOOF di zona. Portate coperte e, se possibile, materassini per la notte (l'anno scorso abbiamo dormito in 120!). Portatevi anche dei sacchi a pelo, assciugamani ecc. Per accedere alla sala riunioni, dove si riuniranno il consiglio e i coordinatori e dove giocheranno i bambini durante l'assemblea, occorre un paio di pantofole.

BAMBINI

Scrivete chiaramente sul modulo se portate bambini, quanti e di che età. L'anno scorso c'era un bel gruppo di 15 bambini sotto i 12 anni! Per organizzarci al meglio in modo che sia i bambini che i genitori e tutti gli altri possano divertirsi, per favore portate giocattoli, libri, calzini antiscivolo, ecc. Abbiamo una stanza apposta per loro. Jamin e Cora se ne occuperanno durante le nostre riunioni sabato e saranno grate a tutti coloro che vorranno aiutarle. Per favore comunicate la vostra disponibilità.

CIBO

Dato che anche quest’anno saremo in autogestione, c’è bisogno che tutti portino qualcosa da mangiare e condividere; comunicatecelo sul modulo per organizzarci al meglio. Coloro che arrivano in macchina potrebbero portare dei piatti già pronti, chi arriva in treno potrebbe trovare più comodo portare qualcosa di confezionato (bottiglie di vino, salumi, formaggi, marmellate, miele eccetera). A Pantarei ci sarà Federica che provvederà ad un primo ed un secondo di base, tutto il resto dipende da cosa portiamo noi. Anche il servizio sara' auto-organizzato. Cio' ha funzionato benissimo l'anno scorso con tutti che aiutavano quando era necessario.

Abbiamo bisogno di una “squadra di pulizie” giornaliera per i bagni e le docce, il salone e il primo piano e anche alla fine degli incontri, domenica pomeriggio. Vi preghiamo di indicare sul modulo se avete modo di dare una mano in particolare il giorno della partenza, 4/5 persone che non debbano andare via subito domenica pomeriggio.

 

Visite Ispettive nelle aziende WWOOF e Certificazione del Regolamento Interno - http://www.wwoof.it/it/info-utili/documentazione/30-regolamento-interno.html

Buongiorno a tutti i soci, host e viaggiatori.

Dopo un lungo iter realizzato grazie ad un buon lavoro di squadra coordinato da Dino Chiaraviglio che voglio pubblicamente ringraziare, il nuovo regolamento di WWOOF Italia (approvato in occasione dell'assemblea straordinaria di Sabato 1 Marzo us ) è stato certificato dall'apposita commissione dell'Istituto Biagi - Dipartimento di Economia dell'Università di Modena.

E' un passo importante verso il riconoscimento delle attività di wwoofing da parte delle autorità preposte.

Infatti, la certificazione attesta che il rapporto che si instaura fra i soci (host e viaggiatori), se coerente a quanto previsto dallo statuto e dal regolamento, rappresenta un rapporto associativo genuino e non un rapporto di lavoro.

Sulla base della certificazione ottenuta, le aziende associate e i soci viaggiatori non potranno più essere sottoposti a sanzioni dirette da parte degli ispettori degli enti (ufficio del lavoro, inps, inail etc), ma gli ispettori dovranno semmai ricorrere alla magistratura per mettere in discussione la relazione fra soci rilevata nel momento dell'ispezione o addirittura la congruità della stessa certificazione.

La certificazione ottenuta mette quindi in uno stato di maggiore e probabilmente incontrovertibile tranquillità tutti quei soci che interpretano correttamente, nella pratica quotidiana e non solo idealmente, quanto previsto da Statuto e Regolamento– sintetizzato nel vademecum che avete tutti ricevuto.

Al contrario mette in condizioni di rischio maggiore tutti quei soci che consapevolmente o inconsapevolmente dovessero trovarsi ad interpretare in modo arbitrario la relazione di wwoofing.

E' chiaro che in questo caso la certificazione vada ad appesantire la loro posizione, mettendoli di fronte ad un aggravamento di responsabilità nella trasgressione. Sia nei confronti dell'associazione che nei confronti del sistema terzo di controllo e sanzionamento.

Pertanto, è necessario che ogni socio si responsabilizzi e comprenda l'importanza di vivere e realizzare l'attività di wwoofing coerentemente con i principi e lo spirito dell'associazione.

Siete quindi tutti invitati a confrontarvi con quanto riportato qui di seguito e nel caso che per qualsiasi motivo non vi sentiate di aderire – in senso pratico non solo ideale – a quanto descritto, vi preghiamo di contattarci quanto prima per i chiarimenti del caso e per capire come procedere.

Non appena ci arriverà la copia originale della certificazione con i relativi riferimenti la pubblicheremo nell'apposita sezione documentazione del sito in modo che sia disponibile quando necessario.

In caso di ispezione vi invitiamo comunque a contattarci tempestivamente. Chi lo ha fatto non ha sinora avuto nulla da temere, anche senza certificazione, chi non lo ha fatto in qualche caso si è trovato ad affrontare fastidiosi problemi e notevoli costi.

WWOOF E VISITE ISPETTIVE 

Negli scorsi mesi alcune fattorie di nostri soci hanno ricevuto visite di ispettori per accertare se c’erano lavoratori non in regola. Non è una novità. 

Abbiamo la sensazione che questo tipo di controlli potrebbero intensificarsi in alcune regioni

Spesso gli ispettori, a qualunque Ente appartengano (Inps, Uffici Provinciali  del Lavoro, etc) ignorano l’esistenza del WWOOF, come di altre associazioni di 

volontariato e possono avere una forma mentis riluttante a comprendere rapporti di collaborazione, condivisione e aiuto o ospitalità volontari e gratuiti. 

Desideriamo rassicurarvi sulla piena regolarità dei rapporti tra soci ospiti e viaggiatori, come dimostrato dalla certificazione ottenuta e dare dei suggerimenti, utili in caso di ispezione, che non sono altro che la messa in pratica delle finalità scritte nell’art.2 del nostro statuto e del regolamento che ne deriva.

L'attività di WWOOFing è inattaccabile nel momento in cui c'è un reale interesse reciproco a CONDIVIDERE LA QUOTIDIANITA' DI UNA FATTORIA BIOLOGICA 

ALLA RICERCA DI UNO STILE DI VITA IN ARMONIA CON LA NATURA.  E' un impegno  che dà tanta libertà e come ogni libertà richiede consapevolezza, rispetto e 

volontà.

Nel WWOOF i volontari non sono solo i Viaggiatori: anche l'Host è un volontario che presta il suo tempo alla crescita relazionale e di conoscenza sua e del viaggiatore.

Ecco alcune raccomandazioni:

1) essere in regola con Statuto e il Regolamento di WWOOF Italia: se è un po' che non li leggete, provate a rifarlo. Anche nelle riunioni di 

Coordinamento qualche volta lo facciamo e ne usciamo più forti. Stampatene una copia e tenetela a portata di mano per poterla consegnare quando sarà il momento.

2) assicurarsi che anche i WWOOFers siano in regola con la tessera associativa e che abbiano ben compreso lo spirito che anima l'associazione: a volte può capitare che loro per primi commettano l'errore di pensare che le loro attività siano il pagamento dell'ospitalità o di essere prestatori d'opera non retribuiti.

3) leggere e stampare i documenti che trovate nel sito alla voce documentazione: soprattutto la certificazione dell'Istituto Biagi ma anche la corrispondenza Inail e il documento Ministero del Lavoro 1 e 3. Sono la prova che quando i soci WWOOF si comportano nel modo giusto non c'è nulla da temere. E' sufficiente consegnare tempestivamente agli ispettori tutta la documentazione disponibile.

4) ricordare agli ispettori che i WWOOFers sono assicurati - (solamente per le attività previste da Statuto e Regolamento WWOOF Italia: volontariato nelle 

attività agricole senza uso di attrezzature o mezzi motorizzati) – con una polizza ad hoc – e che non è necessaria l'assicurazione Inail come dimostrato dal documento al punto 3)

Segnaliamo inoltre alcuni comportamenti che consideriamo un uso improprio dell’adesione a WWOOF Italia, perché non rientrano nello spirito dello statuto e possono quindi dare appiglio ad azioni sanzionatorie

- stabilire orari di lavoro uguali per tutti i viaggiatori

- stabilirne a priori compiti e ruoli senza alcuna attenzione ad attitudini ed interessi del singolo.

- esagerare nel pretendere prestazioni,

- non condividere con i viaggiatori la propria conoscenza e parte del proprio tempo libero, a partire dalla preparazione e condivisione dei pasti.

- lasciare che usino il trattore, la motosega o altri attrezzi non ammessi per regolamento

come del resto non è ammesso che i soci viaggiatori si comportino da turisti limitandosi a corrispondere qualche prestazione a risarcimento dell'ospitalità

Sono casi che configurano una uscita dall'ambito del WWOOFing e chi li mette in atto deve assumersene la responsabilità, host o wwoofer che sia. D’altra parte WWOOF Italia non tollera chi si approfitta del proprio status di socio per infrangere la legge (l'Associazione è impegnata su più fronti nel rivendicare leggi più giuste per i piccoli agricoltori). Tali situazioni saranno perseguite e l'interesse dei soci difeso.

Naturalmente siamo a disposizione per ogni chiarimento: il n° di telefono 

da utilizzare è 328 4799983. Risponde Claudio.

 

Domenica, 23 Febbraio 2014 09:53

Candidature per il Collegio dei Probiviri

Scritto da

images-1 copia copia

Ana De Julian Donaire

Buongiorno, vorrei candidarmi come provibira.

Sono stata wwoofer in Italia tanti anni fa e dal 2010 collaboro con il gruppo dei coordinatori e consiglio per imparare insieme a lavorare in gruppo e a communicare di forma sana e non violenta, risolvendo i conflitti di forma costruttiva e predendoli come oppportunità di crescita. Adesso che il gruppo è maturo e può camminare da solo, mi piacerebbe poter continuare il rapporto con l' organizzazione ed accompagnare il processo di tutti voi che credete nel rapporto dell'uomo con la natura e le possibilità di essere in questo mondo in un altro modo. Mi candido quindi per poter continuare ad imparare da voi e con voi, offrendo il mio impegno e compromesso al servizio dei fini di wwoof Italia.

 

Gisella Seghettini

nata a Savona nel 1962, dal 2002 svolgo la professione di Avvocato civilista a Livorno ma dal 1998 fino al 2005 ho svolto anche l'attività di segretaria della delegazione del Cesvot della provincia di Livorno. In quel periodo ho avuto modo di conoscere l'associazione wwoof ed ho partecipato, quale consulente, alla prima stesura del Vostro Statuto, quando ancora avevate la veste di associazione di volontariato e da allora non ho mai perso i contatti. Dal 2011  sono anche mediatrice civile e le tecniche di mediazione sono molto utili per dirimere conflitti che nascano tra i soci o tra soci e organismi direttivi all'interno delle associazioni. 
Sono membro del Movimento Consumatori Nazionale e della Toscana e consigliere della camera di Commercio di Livorno.

 

Lamberto Soldatini

 

Anni 66

Professione architetto: nel campo del paesaggio e di analisi territoriali e, nelle costruzioni (scuole e abitazioni civili) con particolare riferimento alla bioclimatica ed ai prodotti naturali.

Vivo in campagna nellazonadi Scansano (GR) da 27 anni dove con mia moglie Paola (soprattutto lei) gestiamo una azienda agricola. L’azienda è biologica da sempre.

Partecipo a campagne di democrazia e per l’affermazione dei beni comuni (acqua, rifiuti, Costituzione, No SAT, migranti  ….)

Ho avuto occasione di conoscere le attività di wwoof italia quanto basta per provare una istintiva simpatia.
Sarei felice di poter dare un contributo allo sviluppo delle finalità che l’Associazione si è data.

 

 

Domenica, 23 Febbraio 2014 08:36

Candidature per il nuovo consiglio direttivo

Scritto da

images

Mario Gala

attualmente membro del Consiglio, host del Finocchio Verde (CN) coordiantore del Piemonte e della Liguria di Ponente.

Si occupa soprattutto dello sviluppo di progetti.

Ciao a tutti se i soci lo ritengono utile propongo il rinnovo della mia 
candidatura come consigliere.

Eszter Matolcsi

Buon giorno a tutti,
 faccio parte del consiglio uscente da due anni e vorrei ricandidarmi come consigliera per poter continuare a dare il mio contributo all’associazione.
Sono host dal 2005 e da allora ho partecipato a tutte le assemblee. Mi sono interessata subito al
gruppo nascente dei coordinatori locali e nel 2006 sono diventata la coordinatrice delle province di
Bologna e di Modena. Dall’autunno del 2013 faccio parte del gruppo che cura i rapporti di WWOOF Italia
con la Federazione delle Organizzazioni WWOOF e sono diventata la portavoce dell’associazione nelle comunicazioni internazionali.
 Mi candido quindi per poter continuare a offrire a WWOOF Italia il mio impegno ed il mio entusiasmo come membro del Consiglio Direttivo.
 
Elena Piva
Ciao a tutti,
volevo proporre la mia candidatura come consigliera. Sono socia dal 2007 come wwoofer e finalmente l'anno scorso mi sono convertita in host e ora sto affiancando Fabio per coordinare insieme i soci delle Marche.
Più che per l'apporto dell'elemento femminile mi piacerebbe poter contribuire all'evolversi dell'associazione con l'entusiasmo e la convinzione che il wwoof è una delle poche soluzioni per un cambiamento reale, perchè consente di vivere e far vivere un sano rapporto con la terra e le persone che ci circondano.
Questo è il vero modo di fare politica, mettendosi in gioco con le proprie scelte. Dove "fare politica" finalmente significa costruire una comunità. 
Sono una persona molto sintetica, per cui direi che ho condensato tutto quello che avevo dire, almeno via mail. 
 
Giancarlo Bucci
Buongiorno a tutti,
Sono Host dal 2010, vivo con grande entusiasmo questa esperienza nel Wwoof, sono entrato come coordinatore della mia provincia di Grosseto nel 2011.
In questi ultimi mesi ho partecipato al CDA dell'associazione, questo mi ha datola possibilità di vivere più da vicino la nostra associazione, mi sono reso conto che il lavoro a carico dei consiglieri è molto e richiede anche abbastanza disponibilità, tutto ciò, di più di quanto potevo immaginare ma non nascondo che il piacere e la soddisfazione di vivere più da vicino l'associazione è altrettanto grande, a dir poco.
Per questo sono disposto a candidarmi come Consigliere qualora la decisione di votazione assembleare decida di darmi fiducia.
Ma tengo altrettanto a dire a tutti i coordinatori (in particolare mi riferisco alla parte femminile che oggi sono in minoranza in questo CDA.) di proporsi anche loro a candidarsi  perché come ho già detto l'impegno è appagato ampiamente dal piacere di vivere più da vicino quest'associazione.
 
Claudio Pozzi
mi occupo di WWOOF Italia dalla fondazione. Prima di diventare definitivamente un fossile vorrei fare un ultimo sforzo per un ulteriore salto di qualità verso la partecipazione alla vita associativa e la costruzione di rete sul territorio.
 
 

 

 

Lunedì, 10 Febbraio 2014 18:18

Come raggiungere PANTA REI

Scritto da
Localita' Le Guardie, Passignano sul Trasimeno, 06065, Perugia.

www.pantarei-cea.it www.buonaterra.it

IN MACCHINA

Da Roma

Autostrada A1, uscita Orte. Imboccare la superstrada E45 in direzione Perugia/Lago Trasimeno e uscire a Passignano Est, girare a destra verso il paese.
Attraversato un primo passaggio a livello, proseguire fino al successivo passaggio a livello; svoltare alla prima a destra, prendere la prima a sinistra, oltrepassare l'ufficio postale (sinistra) e alla rotonda bislunga prendere la seconda a destra. Prendete la strada che costeggia il cimitero (sinistra) e l'ASL (destra) salite per circa 100m fino al quadrivio di via San Crispolto, imboccate la strada che sale a sinistra per circa 2Km e siete arrivati.

Da Firenze

Autostrada A1 uscita Bettolle. Seguire le indicazioni per Perugia/Lago Trasimeno e uscire a Passignano Ovest.
Entrare in paese, passare la chiesa della Madonna dell'Oliveto, prendere la prima a sinistra in direzione Hotel Villa Paradiso, proseguire in salita per circa 2 km ed arrivare ad un bivio (con una Madonnina di fronte ed una pineta sulla destra) e girare a destra, seguire i cartelli per Panta Rei per circa altri 600 metri e siete arrivati.

IN TRENO

(per favore fatelo sapere a Bridget entromartedì sera, 3 febbraio)

 Firenze S. M. Novella 08:02 Passignano sul Trasimeno 09:49

Roma Termini 07:28 Terontola-Cortona 09:26 Passignano sul Trasimeno 09:49

Questo è l'unico treno a cui possiamo venirvi a prendere.

Importante: fino a Giovedi 5 se c’è bisogno telefonate a Bridget al numero fisso 0565 765001, da giovedì 5 dopo le 14.00  il numero è 329 0806234.

Arrivederci a presto a Panta Rei!
Bridget e lo staff

Mercoledì, 15 Gennaio 2014 10:12

il Calendario WWOOF Italia 2014

Scritto da

Gli amici di Finocchio Verde hanno preparato questo calendario con il contributo di wwoofers e hosts e il coordinamento grafico del Gruppo Comunicazione di WWOOF Italia. Potete scaricare la versione visibile su schermo o la versione stampabile in definizione.

pdfCalendario WWOOF Italia 20142.67 MB15/01/2014, 10:40

pdfCalendario WWOOF Italia 2014 (VERSIONE STAMPABILE)8 MB14/01/2014, 11:44

Martedì, 31 Dicembre 2013 16:03

On the road - esperienze di WWOOFing

Scritto da

images-1 copia 

Care sorelle WWOOF e fratelli WWOOF, 
sono stato on the road nel mondo del WWOOF abbastanza tempo ormai e mi accorgo di essere sempre più coinvolto con il WWOOF e il WWOOFing. La trovo una via molto interessante per immergersi nella vita familiare sociale e culturale della gente alternativa in Italia. Generalmente sono stato abbastanza fortunato da finire con amici e i compiti che ho avuto nelle fattorie mi hanno quasi sempre spinto avanti nel mio obiettivo così come sono stati piacevoli da compiere.

Ma qualche volta sono stato in posti dove ho avuto da discutere. La relazione sociale fra host e wwoofer, i compiti, il tempo libero, perfino la consapevolezza biologica e ambientale mi hanno fatto meravigliare che quella fattoria fosse sulla lista. O per dirla meglio: cosa ci stanno a fare ANCORA sulla lista?, e non sono il solo. Durante i miei viaggi, ho incontrato 10/15 WWOOFers e sembrava che molti di noi avessero avuto una cattiva o dubbia esperienza col WWOOF. Quando eventualmente lasciamo quel posto ci consoliamo con idee tipo Sono stato io la causa di tutto questo? o alla fine me ne sono andato! e è stato un peccato andare lì!

Dopo un'esperienza che superava ogni immaginazione, ho deciso di contattare l'organizzazione. Che io abbia affrontato questo ostacolo è stato molto apprezzato da loro. Esiste una procedura di lamentela ma non ci sono molti WWOOFers che si sforzano di usarla, almeno non in modo costruttivo. Qualche volta, del resto, in ufficio ricevono telefonate rabbiose, frustrate o infastidite ma raramente sono seguite da una lettera che è loro necessaria per potersi attivare concretamente. L'insoddisfazione è l'unico feeling che rimane per quei WWOOFers. La cosa più frustrante per i coordinatori WWOOF è sapere che esistono persone non contente dell'organizzazione. Attraverso le vigne, le lamentele giungono a loro e loro non possono far niente se la lamentela non è scritta e firmata.  Rimangono impotenti e sempre più frustrati e queste cattive fattorie rimangono sulla lista.

Con questa lettera, io voglio aiutare sia l'organizzazione sia le sorelle e i fratelli WWOOF. Se ci ponessimo la questione Potrei consigliare questa fattoria ad un altro WWOOFer? potremmo aiutarci l'un l'altro ad evitare di andare in posti che non hanno una mentalità da WWOOF hosts. O forse pensare cose come questa: "Per far funzionare un'organizzazione di scambio è tanta la responsabilità dei WWOOFers quanto quella degli hosts."

L'organizzazione può fare un lavoro più costruttivo nell'assistere gli hosts nel loro impegno con il nostro aiuto. Voglio essere molto chiaro nel dire che l'obiettivo della vostra lettera non è sbarazzarsi di loro ma che forse, con un piccolo aiuto e consiglio, posti spiacevoli possono diventare posti dove ognuno è felice di stare. Gente che non capisce di cosa si tratta ha bisogno di essere informata ed aiutata e ciò può iniziare con una lettera.
Così, non accettate un'esperienza spiacevole, fate qualcosa per questo. Soprattutto per voi stessi, naturalmente, ma anche per le vostre sorelle WWOOF per i vostri fratelli WWOOF e per i WWOOF hosts.

Se vi state meravigliando delle mie sensazioni riguardo al WWOOF, vi posso assicurare che esse sono al 99% positive. Se siete preoccupati nell'andarvene da una fattoria dove non sarebbe piacevole restare come è successo a me, o scoraggiati dall'intraprendere la vostra prima esperienza WWOOF, allora pensate alla mia storia: in 11 mesi sono stato in 3 paesi e 16 fattorie e solo 2 di queste mi hanno dato i brividi ma non in maniera tale da farmi interrompere il WWOOFing.
Ho continuato a viaggiare e spero che voi facciate lo stesso. E se ci prendiamo le nostre responsabilità, il numero dei posti spiacevoli decrescerà immediatamente.

Un'ultima cosa. Se sentite il desiderio di scrivere qualcosa su questo, potete mandarlo a feedback@wwoof.it. Ma voglio chiarire che non voglio iniziare una discussione sul forum (l'organizzazione deve tradurre tutti i messaggi e non ce n'è realmente il tempo), quindi non limitatevi a brontolare e a lamentarvi, partecipate con qualche idea costruttiva. Essi saranno contenti di riceverla.

Viaggiate felici e buon WWOOFing!

Tom

 

 

Lunedì, 11 Febbraio 2013 15:12

ODG assemblea WWOOF a Pantarei

Scritto da
A tutti i soci di WWOOF Italia: i documenti essenziali per il regolare svolgimento dell'assemblea (bozza di bilancio consuntivo e proposte di variazione a statuto e regolamento) saranno pubblicate quanto prima sul sito e ne sarete tutti avvisati.
Venerdì, 15 Novembre 2013 01:00

Lettera aperta ai soci di WWOOF Italia

Scritto da


Lettera aperta ai soci di WWOOF Italia.

 

 

Cari soci nuovi e vecchi, nel darvi il benvenuto e augurarvi un anno di buone esperienze con il WWOOF, desideriamo darvi alcune informazioni e chiedere la vostra collaborazione per migliorare il nostro lavoro, cioe' far incontrare WWOOFers e host con lo scopo di contribuire allo sviluppo di stili di vita in armonia con l'equilibrio naturale, stabilendo relazioni umane arricchenti. L'organizzazione dell‚associazione si basa sul volontariato e l'aiuto di ciascun socio e' prezioso.

 

Pagina 4 di 4