Login Form

Login Form

Domenica, 01 Giugno 2014 12:06

Mario Lodi, il maestro che liberava la fantasia

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Penso a quanti delitti si compiono nella scuola organizzatrice del consenso al sistema, o meglio della coercizione all’assenso. Suo fine è il bambino libero, non è l’uomo felice. Difendere l’uomo significa mettersi dalla sua parte e rifare scuola e sistema e tutto”. Il paese sbagliato, Mario Lodi
 
Mario Lodi, maestro, scrittore e straordinario pedagogista, è morto domenica 2 marzo 2014. Il mestiere del maestro, diceva, non consiste solo nell’insegnare a leggere, scrivere, calcolare, ma anche nell’inventare, capire il mondo e diventare amici. Lodi sosteneva che non sarebbero state le leggi a fare migliore la scuola, ma i buoni maestri. Oggi in Italia sono molti gli insegnanti che hanno seguito e seguono le strade tracciate da questo insegnante, con una passione profonda per i libri e uno straordinario rispetto per i bambini e le loro idee.

 Ecco il link per ascoltare la puntata di Terranave di questa settimana:

http://amisnet.org/agenzia/2014/03/13/mario-lodi-il-maestro-che-liberava-la-fantasia/

Per ascoltare le precedenti puntate:

http://amisnet.org/programmi/terranave/

Per chi vuole ascoltarci in FM, Terranave è trasmessa da:

Radio Flash (Torino, 97.6)  giovedì 15 (replica giovedì 20,00)
Radio Kairos (Bologna, 105,85)  sabato 13,00 (replica giovedì 14,30)
Radio Indygesta (Web Radio)
Radio Onda d’urto (Brescia, Cremona, Piacenza, 99.6) mercoledì 13,30
Radio Ciroma (Cosenza, 105,7) giovedì 17,00
Radio Onde Furlane (Udine e Gorizia) sabato 17,30
Radio Beckwith (Torino) mercoledì 14,30 (in replica domenica 13,30)
Radio Gold (Alessandria)
Radio Popolare Salento (Lecce, Taranto)
Radio Sonar (web radio)

Buon ascolto!

La redazione di Terranave

 p.s.  Terranave ha le orecchie sempre aperte, per proporre la vostra alternativa, per plausi o proteste, potete scrivere a radioterranave@gmail.com. Terranave ama essere ascoltata, per cui se avete un sito, un blog, un paio di casse con cui diffonderla, la redazione ne sarà ben felice.

Letto 1640 volte