Login Form

Login Form

Dal 1 al 4 Marzo 2018 - Assemblea Generale Ordinaria
Muoviamoci pensando all'ambiente. Se vieni in Auto condividi su roadsharing
Giovedì, 24 Marzo 2016 10:28

incontro a Guilmi (CH) - dissesto idrogeologico strategie di prevenzione e adattamento in agricoltura programmazione territoriale

dissesto idrogeologico
strategie di prevenzione e adattamento in agricoltura
programmazione territoriale

incontro a Guilmi (CH), sala polivalente, il 25. e 26. marzo 2016

Le pratiche agricole non adattate alle caratteristiche geomorfologiche delle zone collinari e montane sono concausa aggravante dei problemi legati al dissesto idrogeologico come dilavamenti, erosione e frane. Questi problemi probabilmente aumenteranno nei prossimi anni, inoltre, con l' accentuarsi delle oscillazioni tra siccità ed alluvioni dovute ai cambiamenti climatici in corso.
Le lavorazioni troppo profonde del suolo e l' utilizzo, nei decenni scorsi, di sostanze chimiche di sintesi in agricoltura hanno portato a terreni con poca capacità di ritenzione idrica dovuta alla sterilità microbiologica e alla diminuzione della frazione umica.
Le pratiche agricole che possono mitigare, evitare e risolvere questi problemi oggigiorno sono ben studiate e la loro fattibilità e convenienza economica è confermata con numerosi esempi in tutto il mondo.

Gli agronomi Marco Pianalto e Fabio Pinzi, insieme alla biologa Saviana Delfino, invitati dal comune di Guilmi offrono gratuitamente un corso di aggiornamento sulle tecniche agricole che si devono adottare per affrontare il problema del dissesto idrogeologico. Il corso si rivolge agli amministratori comunali, agli agricoltori e i loro tecnici, su richiesta con rilascio di crediti formativi. All' incontro sono invitati ugualmente tutti gli altri cittadini interessati a immaginare l' agricoltura del futuro e a partecipare nell' elaborazione della programmazione territoriale che dovrebbe seguire a questo primo incontro.

Alcune pratiche agricole che verranno presentate dai relatori:
- terrazzamenti stabilizzati con siepi seguendo le curve di livello, impianto di sistemi agroforestali
- semina sul sodo, abbandono delle arature, limitandosi a lavorazioni superficiali
- esclusione della chimica sintetica dall' agricoltura/ riconversione di tutto il territorio all' agricoltura biologica
- inclusione della lignina attraverso la tecnica del BRF (boìs rameal fragmentè = cippato di ramaglie fresche), una tecnica che unisce la gestione del bosco con la gestione dei terreni agricoli utilizzando il cippato di ramaglie fresche per integrarlo nello strato più superficiale del suolo, con l' effetto di renderlo più resistente all' erosione e di rendere le piante coltivate più resistenti alla siccità, oltre a innescare un processo di ricostruzione del humus stabile in cui viene trasformata la lignina, con sequestro definitivo del carbonio atmosferico nei terreni agricoli.

i relatori:

Marco Pianalto
Agronomo, docente, libero professionista, progettista  in Permacultura. Dopo una esperienza decennale come idrotecnico in Spagna si è diplomato in Agricoltura Organica Rigenerativa in Messico. Attualmente è membro dello staff tecnico e didattico di Deafal ONG, organizzazione impegnata nella diffusione dell’Agricoltura Organica Rigenerativa e nella difesa dell’agricoltura famigliare in Italia e all’Estero.
Saviana Parodi Delfino
Laureata in biologia, docente e progettista in Permacultura, manovale in costruzioni naturali, fondatrice dell’Accademia Italiana di Permacultura. Dal 1995 studia, pratica, trasmette e progetta in permacultura nel mondo lavorando come volontaria in auto-costruzione, agricoltura naturale e seedsaver.
Fabio Pinzi
Laureato in Scienze Agrarie, dopo di allora ha cercato di approfondire  la sua conoscenza nell’agricoltura naturale partendo dall’agricoltura biologica. Ha insegnato per anni agricoltura biologica nei centri di formazione professionale in Toscana. Docente di Permacultura. Ha creato e portato avanti per 20 anni la Biamiata, azienda zootecnica biologica di cinta senese, leader di settore a livello nazionale.

programma:

25. marzo 2016

ore 9 - 12: incontro a Guilmi con i relatori e con gli amministratori dei comuni del Vastese

analisi della situazione attuale
movimento capillare dell' acqua nei suoli agricoli e forestali
interventi topografici e metodi agricoli che possono prevenire l' erosione
recupero della produttività di suoli agricolo degradati con preparati fermentati
sistemi agroforestali, utilizzo del cippato di ramaglie fresche in agricoltura

ore 13 - 17:  visita di alcune zone affette dal problema del dissesto idrogeologico


26. marzo 2016:

ore 9 -12: programmazione territoriale partecipata, distribuzione dei compiti tra amministratori, cittadini e professionisti

ore 13 -17: visita di progetti agricoli a Tufillo e Montemitro