Login Form

Login Form

Domenica, 11 Febbraio 2018 08:08

RSR Notizie - n. 81 – febbraio 2018

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Rete Semi Rurali COMUNICAZIONI

Assemblea Annuale 2018 – Si svolgerà dal 9 all’11 marzo a Reggello (FI) presso Casacares. Sarà possibile alloggiare presso la struttura stessa in camere doppie o multiple. L’assemblea 2018 è elettiva, eleggerà cioè il nostro nuovo consiglio di gestione.

 

Riso - A partire dalla primavera 2018 il percorso di sperimentazione della Rete si arricchisce di una nuova coltura. Il Riso, L’azione ancora una volta vuole liberare la diversità di varietà raccolte nelle banche del germoplasma nazionali e internazionali per arrivare definire le varietà più adatte ai differenti metodi culturale, ambienti e usi, utili alla riproduzione in azienda; tutto questo è reso possibile dalla stretta collaborazione con una rete di risicoltori, pioneri nel mondo del biologico e biodinamico . La sperimentazione è sostenuta dalla fondazione Cariplo e per questo primo anno si concentrerà sulle province di Milano, Pavia e Novara.

Popolazioni di pomodoro - Nell'ambito delle attività del progetto LIVESEED prosegue il lavoro sperimentale su popolazioni di pomodoro, già portato avanti negli scorsi anni a partire dal progetto SOLIBAM e dalla collaborazione di Salvatore Ceccarelli con il CREA di Monsampolo del Tronto. Quest'anno verranno svolte attività di miglioramento genetico partecipativo con agricoltori di 5 regioni diverse. Oltre a Rete Semi Rurali partecipano al progetto CREA-Monsampolo, ALSIA-Basilicata, Arcoiris e Università Politecnica di Valencia, con cui avverrà uno scambio di varietà locali spagnole e italiane.

Mais - La sperimentazione sul Mais si rinnova e rilancia. L'entusiasmo non è mancato, i risultati un po’ meno. L’annata metereoligicamente infame ha determinato un magro e discontinuo raccolto. Molte prove sono fallite prima della maturazione (anche a causa degli animali selvatici). Malgrado ciò, questo primo tentativo ci ha permesso di identificare gli incroci più promettenti limitando così il numero degli esperimenti replicati e quindi l’onere di cura per chi vorrà proseguire nella ricerca. Prima della prossima stagione di semina saranno organizzate tre sessione di approfondimento agrotecnico (una al nord una al centro una al sud) Il progetto si muove nel solco della collaborazione tra RSR e il Centro di Cerealicoltura e Colture Industriali - di Bergamo che a sua volta è inserita nel quadro ministeriale RGV-FAO. Lo scenario quest’anno si arricchisce di un piccola sperimentazione sui mais pigmentati con lo scopo di testarli nella panificazione e nella nutrizione di animali da corte.

CALENDARIO

4 febbraio – Babele dei semi, Torino

Nella settima edizione, sempre negli spazi interni ed anche esterni della Cascina Roccafranca, ci incontriamo all’insegna della biodiversità agricola in una giornata di scambio di nostre autoproduzioni: semi, marze, piantini, bulbi e pasta madre.Organizzato da ASCI Piemonte come ogni anno prevede un tema di approfondimento quest’anno dedicato al mais.

4 febbraio – Scambio semi a Sant'Antonino, Ticino

ProSpecieRara e Lortobio organizzano in collaborazione con l'azienda biologica La Colombera, lo scambio dei semi nella Svizzera italiana.

10 febbraio – Carnevale dei semi, Dicomano – FI

Garanzia Partecipata Mugello organizza un pemoriggio di scambio di semi, marze, lieviti. Al mattino sfilata carnevalesca autoprodotta. Alla sera cena sociale e musica con Motociclica Tellacci.

11 febbraio – Mandillo a Milano
Organizzato ormai da anni in continuità con l’incontro omonimo organizzato dal Consorzio della Quarantina nel genovesato.

18 febbraio – La Fierucolina dei semi, Firenze
Organizzazione della giornata completamente rinnovata con un tendone in piazza dedicato allo scambio di sementi e a banchi e mostre infromative.

18 febbraio – La giornata dell’Artemisia, Cinghia di Botti – CR
Giornata dedicata al libero scambio di sementi, marze, innesti, madri per aceto e pane, idee, saperi, proposte. Nella giornata Fabrizio Bottari del Consorzio della Quarantina racconta come fare nuove varietà di patate a partire daa seme vero. Organizza Cascina Cinghia.

20 febbraio – Workshop - Le cultivar locali tradizionali lombarde: strumenti e conoscenze per la conserva-zione e lo sviluppo di nuove filiere, Milano
Primo di una serie di 4 incontri formativi organizzati da Università di Milano sul tema delle varietà locali lombarde.

19-21 febbraio - Symposium on Breeding for Diversification, Università di Kassel - Germany
Quest'anno l'Associazione Europea per il miglioramento genetico vegetale (EUCARPIA) insieme al progetto europeo LIVESEED organizza la sua conferenza sul tema della selezione per la diversificazione, con uno speciale focus sulle popolazioni. Rete Semi Rurali partecipa con 2 poster che raccontano il nostro lavoro sulle popolazioni di frumento. per maggiori informazioni: http://eucarpia.ditsl.org/

22 febbraio - Assemblea annuale ECOPB - European Consortium on Organic Plant Breeding, Università di Kassel - Germany
Oltre alle solite attività assembleari, sarà in discussione: la situazione europea sulla commercializzazione di materiale eterogeneo e il nuovo regolamento sul biologico. Rete Semi Rurali, unico socio italiano, sarà presente all'assemblea. per maggiori informazioni: http://www.eco-pb.org/home.html

23 febbraio - Seminario - Sanità delle sementi e identità varietale, Gubbio - PG

Varietà e razze locali, riconducibili alla sfera della Biodiversità di interesse agrario, possono giocare un ruolo decisivo e determinante nell’accompagnare la crescita di nuove realtà aziendali e contribuire anche all’affermazione di un nuovo modello di agricoltura, radicato sul territorio, capace di assicurarsi spazi di mercato nel rispetto delle identità e di un concreto sviluppo sostenibile. Il seminario organizzato dal 3A-PTA dell'Umbria.

NOTIZIE

No Patent on Seed aggiornamento

No patent on Seed Report 2018

Notiziario n. 133 del Consorzio della Quarantina

Incontro annuale RSR 2017 foto e video

Biodinamica News n. 3

Rubra Spes newsletter n. 1

CAMPAGNE

CAMPAGNA PER L'AGRICOLTURA CONTADINA

La campagna prosegue con le attività di divulgazione e quella di supporto continuo alle iniziative di legge che stanno seguendo l'iter legislativo.

* * * * *

NoPatentOnSeeds! Campagna per l'effettiva applicazione della Direttiva Europea 98/44/CE

A livello europeo è attiva una Campagna contro la brevettabilità di varietà, piante e animali, conosciuta con il nome di No Patent on Seeds. Promossa da alcune organizzazioni non governative, come ad esempio Greenpeace, Réseau Semences Paysannes e Gene Watch, vede oggi la partecipazione di ben 270 organizzazioni europee. La Direttiva 98/44/CE escluderebbe dalla brevettazione le varietà vegetali ma l'Ufficio Brevetti Europeo ha riconosciuto oltre 200 brevetti su specie vegetali riprodotte con metodi convenzionali, sotto la continua pressione delle multinazionali del biotech. La Campagna chiede che l'Ufficio Brevetti si attenga alla legislazione europea. Da quest'anno anche Rete Semi Rurali è entrata ufficialmente nella Campagna.

il Report di No-Patent-on-Seeds

Contiene informazioni approfondite sul funzionamento e l'attività di EPO

Comunicato stampa congiunto del 16 ottobre 2013

Lettera aperta ai Membri del Parlamento Europeo e alla Commissione Europea

No ai brevetti su piante e animali!

* * * * *

LIBRI

novità Il pane fatto a mano. Pasta madre, grani antichi & filiere corte di Chiara Spadaro, Altreconomia edizioni, 2017, € 10

Un manuale semplice, completo (ed economico) che spiega come preparare nel forno di casa un pane biologico, sano e solidale. Tutte le tecniche base per panificare con la pasta madre e i segreti per tornare a utilizzare le farine dei grani “antichi”. Racconta però anche altre storie, fra cui quella del “rinascimento” del pane, oggi lievitato grazie a un movimento contadino che ha ripreso a coltivare i grani tradizionali dimenticati, a fornai che insegnano come impastare farina e pasta madre e a consumatori consapevoli che hanno promosso le filiere corte locali, riportando il pane al centro della nostra tavola e consentendo di recuperare il “saper fare” della panificazione casalinga. Un libro che fa prima di tutto chiarezza sulle differenze tra grani cosiddetti “antichi” (sarebbe più corretto definirli tradizionali o locali) e “moderni”, spiegando tra l'altro perché alcuni studiosi ritengano che la diminuzione della biodiversità e la conseguente presenza sulle nostre tavole di cibi sempre più uniformi e poveri di nutrienti sia una della concause dell'aumento dei disturbi legati all'alimentazione; e perché al contrario il recupero dei grani tradizionali sia foriero di molti vantaggi, per salute e ambiente.

Ecologia della parola, il sale, gli occhi, le stelle, l'aratro, il dono... conversazioni per un altro modo di sguardare la realtà di Massimo Angelini, Pentàgora, Savona 2017, € 12

Dall’origine di alcune parole di uso comune, alle radici del nostro tempo e della confusione che lo anima: questa è la traccia del libro, che si propone come un abbecedario o una modesta bussola per incoraggiarci a scegliere da che parte stare. Per un mondo a misura di persona o d’individuo? Orientato alla cultura o all’usura? Per un modo dialogico di essere in relazione col mondo e gli altri o perché prenda il sopravvento il monologo di un io sempre più isolato, sempre più infelice?

I grani antichi siciliani. Manuale tecnico per il riconoscimento delle varietà locali dei frumenti siciliani di Gianfranco Venora e Sebastiano Blangiforti, Le Fate, Ragusa 2016, € 20

Un Manuale tecnico per il riconoscimento delle varietà locali dei frumenti siciliani. Il testo è un prezioso strumento per conoscere la biodiversità del frumento in Sicilia. La Stazione Sperimentale di Granicoltura di Caltagirone è stata da sempre impegnata nel paziente lavoro di recupero, mantenimento, caratterizzazione, distribuzione e valorizzazione di popolazioni locali di frumento duro e tenero. Il manuale vuole essere un aggiornamento, con una visione attuale e prospettica, del volumetto I frumenti siciliani — patrimonio da mantenere e valorizzare, edito nel 2004 dalla Stazione Consorziale Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia, redatto in occasione della riedizione anastatica dell'opera I frumenti siciliani del 1942, a cura del Prof. Ugo De Cillis.

Il Buon Giardino Selvaggio, Manualetto filosofico‐tecnico per giardinieri, ortisti e progettisti di Margherita Lombardi, Alice Pasin, Jacopo Vezzani con scritti di Luca Fabris e Richard Haag, Maggioli Editore, 2014 , € 25

Questo non è volutamente un manuale, ma è una fonte d’ispirazione per compiere un cammino seguendo la vera voce della Natura, quella selvaggia che ci parla attraverso le piante, i fiori e gli ortaggi. Nelle sue pagine, Luca MF Fabris inquadra le ragioni che hanno portato orto e giardino nel dibattito contemporaneo, Alice Pasin descrive la nuova Rivoluzione Verde, fatta di cultura, di semplicità, di sementi antiche, di rabbia e di tempo ritrovato, mentre Richard Haag, pioniere americano del giardinaggio edibile, racconta il suo orto-giardino e il perché delle sue scelte, di seguito Jacopo Vezzani spiega come costruire, con consigli semplici e facilmente attuabili, un giardino o un orto con attenzione ecologica, infine Margherita Lombardi propone delle schede per identificare le piante che meglio ci daranno soddisfazione nel realizzare il nostro ‘buon’ giardino.

Il mais “miracoloso”, storia di una innovazione tra politica, economia e religione, di Emanulele Bernardi, Carocci editore, € 22

Cosa si nasconde dietro quel che mangiamo? Questo libro per la prima volta descrive, attraverso l’uso di fonti italiane e straniere, la diffusione nel nostro paese e in Europa di un particolare tipo di innovazione – il mais ibrido –, giunta dagli Stati Uniti dopo la Seconda guerra mondiale. Durante la Guerra fredda, istituzioni, partiti, tecnici, organizzazioni sindacali e Chiesa cattolica furono per questa via coinvolte, in vario modo, in un progetto di modernizzazione delle campagne italiane, che cambiò i modi di produzione e le abitudini alimentari di una nazione lanciata verso i consumi di massa. Emergono così i nodi che caratterizzano lo squilibrato sviluppo economico dell’Italia fino ai nostri giorni in una prospettiva globale.

Mescolate contadini mescolate di Salvatore Ceccarelli, Pentàgora, Savona 2016, € 12

Questo libro, agile e alla portata di tutti, è il frutto di 35 anni di ricerche ed esperienze sul campo, condotte insieme con i contadini e le contadine del Medio Oriente e del Corno d’Africa, per giungere a sostituire alle varietà imposte dalle multinazionali del seme, uniformi e incapaci di adattamento, i miscugli e le popolazioni vegetali custodite e selezionate direttamente dai coltivatori con la partecipazione collaborativa dei ricercatori. Il passaggio dall’uniformità alla mescolanza offre la risposta più forte e convincente alla crescente erosione del patrimonio di biodiversità, e all’odierno modello dominante di agricoltura, indifferente alla sovranità alimentare delle comunità rurali, basato sull’industria chimica e farmaceutica, sulle monocolture monovarietali, sulle manipolazioni genetiche e le mutazioni indotte. Questo libro indica la strada per l’agricoltura di domani.

Atlante delle spezie. Con 101 ricette da tutto il mondo, di Daniela Annetta, Ed. Pentàgora, Savona € 10

Le spezie colorano la cucina; la fanno più ricca, varia e gustosa; rendono la vita più fragrante. 32 spezie (le più importanti e quelle meno conosciute), 11 miscele, 101 ricette: questi i numeri dell’atlante, nel quale di ciascuna spezia è dichiarata la provenienza, tracciata la storia, segnalate le modalità di uso in cucina e, talvolta, anche nella farmacopea popolare. Le ricette selezionate, frutto di un'esperienza di ricerca pluridecennale, sono state tutte personalmente cucinate e degustate dall'autrice.

Atti del Convegno. Agricoltura biologica, dall'agronomia alla genetica: problematiche attuali, DiversiamenteBio 2015, € 12

Cultivar di ortive adatte alla coltivazione in biologico: un quadriennio di prove 2010-2013. Diversamentebio Associazione coltiva biodiversità in campo e tra le persone. E' urgente compiere passi verso un'agricoltura di comunità sostenibile a da modulare localmente. Coltivare con metodo biologico per noi è un requisito fondamentale per il futuro e questo quaderno vuole essere uno strumento per diffondere buone pratiche e innovazione che istituzioni e semplici persone continuano a far crescere per i nostri campi. Grazie a tutti quelli che hanno collaborato e a coloro che ci aiuteranno per la produzione di cibo, con gradevoli effetti collaterali rispettosi della vita.

Biologico etico. Storie di filiere umane e contadini felici, a cura di Roberto Brioschi e Gabriella Lalia, ed. Altreconomia, € 12,50

La Terra e il Cielo storica cooperativa agricola che da 35 anni coltiva il senso più profondo del biologico . Non solo una certificazione ma uno stile di vita condiviso. Non solo un prodotto ma una relazione rispettosa con la terra. Non solo un'azienda agricola ma un modello economico etico replicabile . Questa narrazione avrà le parole di "contadini felici" studiosi del territorio amministratori pubblici.

La luna e l'agricoltura. L'influenza della luna nei lavori di terra, bosco e cantina di Giuseppe Lari, a cura di Agostino Casagrande, Pentàgora, Savona 2015, € 10

I giorni più adatti per concimare, seminare, lavorare i campi, raccogliere i frutti, mettere a fermentare il mosto, innestare, potare, tosare, tagliare la legna, allevare i bachi da seta, fare schiudere le uova dei pulcini, somministrare il verderame, tagliare le erbe da foraggio... spiegati da Lari - che ne ha scritto agli inizi del secolo XX - con stile semplice e narrativo.

Pietra su pietra, Costruire, mantenere, recuperare i muretti a secco, di Donatella Murtas, Pentàgora, Savona 2015, € 12

Guida pratica, divulgativa e illustrata alla costruzione, alla manutenzione e al recupero dei muretti in pietra a secco, perché chi vive sulle colline, le montagne e le coste scoscese del nostro Paese possa continuare o tornare a prendersi cura dei propri terrazzamenti.

L'origine delle piante coltivate, di Nikolaj Vavilov, Traduzione di Caterina M. Fiannacca, revisione scientifica di Oriana Porfiri, Pentàgora, Savona 2015, € 14

Prima traduzione italiana del capolavoro di uno dei giganti nel mondo della genetica agraria del Novecento, il primo a riconoscere i centri di origine delle piante coltivate, e a capire che la conservazione della diversità è essenziale per lo sviluppo dell’agricoltura e la sopravvivenza dell’umanità. Nelle ricerche di Nikolaj Vavilov trovano fondamento gli attuali studi sulla genetica delle popolazioni e sulla biodiversità agraria.

Genuino Clandestino, Viaggio tra le agri-culture resistenti ai tempi delle grandi opere, testi di Michela Potito e Roberta Borghesi, Terranuova ed., Firenze 2015, € 18

Un pò diario di viaggio e un pò reportage, questo libro è frutto di un lavoro collegiale dove i testi di Michela Potito e Roberta Borghesi e le foto di Sara Casna e Michele Lapini compongono insieme il racconto in dieci tappe di un'Italia inedita.

La coltura delle patate, tecniche di coltivazione, conservazione, rigenerazione, di Giulio Catoni, Pentàgora, Savona 2014, € 12

Un manuale pratico che riunisce gli studi di G. Catoni sulla pataticoltura pubblicati tra il 1936 e il 1941, per molti aspetti ancora oggi insuperati, scritti in forma rigorosa e divulgativa sulle migliori tecniche che ciascun agricoltore può adottare non solo per la coltura delle patate, ma anche per affrontare i problemi legati alla loro degenerazione, attraverso procedure semplici di pregermogliazione, conservazione, selezione e moltiplicazione.

Les maisons des semences paysannes: Regards sur la gestion collective de la biodiversité cultivée en France, a cura di RSP, € 10

Una raccolta completa sul funzionamento delle case delle sementi in Francia gestite dai soci della Reseau Semences Paysannes.

I frumenti, dalle varietà al campo a cura di Oriana Porfiri, Pentàgora, Savona 2014, € 12

Il volume rientra nel progetto Coltiviamo la diversità!, promosso dalla Rete Semi Rurali, che ha l'obiettivo di riportare e diffondere tra gli agricoltori le conoscenze e le tecniche per riconoscere, selezionare in modo partecipativo, riprodurre e conservare le sementi delle loro colture, in particolare quelle delle varietà locali tramandate dalle comunità contadine nel tempo delle generazioni.

La chiave e il suo anello. Alle radici dell'anima popolare di Giuseppe Lisi, Pentàgora, Savona 2014, € 10

I ferri e le ‘sferre’, il fiocco, la chiave e il suo anello, il cerchio e la spirale, attraverso il linguaggio dell’analogia, ci parlano di un modo di conoscere e pensare il mondo comune dell’anima popolare, radicato nel tempo delle generazioni e oggi quasi incomprensibile allo sguardo contemporaneo. Con questi testi, Lisi porta a compimento una riflessione sul mondo contadino e popolare e sulle analogie che ne intessono la cultura iniziata oltre quarant’anni fa.

I Frutti della memoria: mele e pere della cultura contadina di Federica Riva, Pentàgora, Savona 2013, € 10

Federica Riva, antropologa rurale, ha lavorato per anni nelle sue campagne e tra la sua gente per ricostruire conoscenze, visioni e affetti dei contadini verso le piante da frutto. Facendo tesoro del loro linguaggio, lei non parla di "fruttiferi" ma di "piante", non parla di "varietà" ma di "qualità", e queste varietà non sono né "tradizionali", né "locali", né "autoctone", ma "vecchie", perché la gente le dice così. E attraverso il linguaggio della gente, le racconta con partecipazione, con adesione a quel mondo che nel tempo delle generazioni le ha addomesticate, conservate e tramandate.

Vademecum per la biodiversità quotidiana di Chiara Spadaro, Altreconomia ed., Milano 2013, € 9

Tutti possiamo essere custodi della “diversità” di semi e piante, sul nostro balcone o sul davanzale o nel nostro orto. E “imparare” come fare grazie al “Vademecum per la biodiversità quotidiana”: il nuovo libro di Chiara Spadaro è infatti un vero e proprio manuale di biodiversità domestica.

Contadini sulla strada. Il declino dell'agricoltura familiare, a cura di Fabrizio Bottari, Pentàgora, Savona 2013, € 12

Il libro contiene un lungo e straordinario reportage INEDITO di John Steinbeck sulla cacciata dei contadini americani dalle loro terre negli anni '30 e un'ampia selezione delle celebri fotografie scattate in quegli stessi anni da Dorothea Lange. Proprio da questo reportage, pochi anni più tardi, Steinbeck prenderà lo spunto e i materiali per Furore.

Manuale per salvare i semi dell'orto e la biodiversità, di Michel e Jude Fanton, Terranuova ed. Firenze 2013, € 11,50

Manuale curato da Civiltà Contadina con schede di 117 tra ortaggi, erbe aromatiche e fiori commestibili.

Produrre i propri semi, di Salvatore Ceccarelli, LEF, Firenze 2013, € 8

Questo manuale insegna a prodursi i propri semi e a riportare l’evoluzione delle piante alimentari dai laboratori degli scienziati ai campi dei contadini.

Contadini per scelta, di Massimo Ceriani e Giuseppe Canale, Jaka Book, Milano 2013, € 18

Il tema dell’agricoltura sta tornando di attualità. Questo è un libro dei contadini, nel senso che dà la parola alle loro narrazioni. I testimoni che abbiamo incontrato sono i protagonisti di una agricoltura che resiste, che costruisce esperienze plurali e che indica una via d’uscita dall’empasse dell’agricoltura industrializzata.

Minima Ruralia, Semi, agricoltura contadina, ritorno alla terra, di Massimo Angelini, Pentàgora, Savona 2013, € 13

Cercare semi ... Varietà tradizionali ... I semi del corredo ... Orti di periferia ... Conservare la diversità ... Comunanze ... Prezzo giusto ... Autocertificazione ... Il tempo dei contadini ... Costumi di un altro tempo ... Fatevi le vostre varietà ... Contadini, dunque villani ... Scambio dei semi e diritto originari ... La nostalgia non serve ... L’importanza del gallo ... Semi della terra, semi dell’anima: sono alcuni tra gli argomenti presentati in questa raccolta dove è comunicato il percorso di riflessione e di azione intrapreso dall’autore dentro e intorno al mondo rurale.

* * * * *

Per segnalare notizie e appuntamenti scrivi a info@semirurali.net

RSR Notizie ha cadenza mensile

* * * * *

A norma del Dlgs 196/2003, Codice in materia di protezione dei dati personali, la Sua e-mail è stata inserita nel nostro database perché espressamente da Lei richiesto o perché reperita da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque, fermi restando i limiti e le modalità che le leggi, i regolamenti e la normativa comunitaria stabiliscono per la conoscibilità e pubblicità dei dati.

Rete Semi Rurali, via di Casignano 25, Scandicci, Firenze, 50018, Italy

UNSUBSCRIBE

--
---------------------------------------------------
Per scrivere al gruppo invia
una mail a consiglieri@semirurali.net

Letto 471 volte Ultima modifica il Martedì, 20 Febbraio 2018 16:24