Login Form

Login Form

Martedì, 02 Dicembre 2014 19:47

Rete Semi Rurali - Notizie Dicembre 2014

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Notizie - n. 44 – dicembre 2014

Rete Semi Rurali

www.semirurali.net

info@semirurali.net

COMUNICAZIONI

Consiglio di gestione RSR – Si è svolto il 14 novembre u.s. ad Alessandria il Consiglio di gestione alla presenza dello staff. A breve sarà disponibile il verbale.

Incontro di formazione su OGM -Si è svolto ad Alessandria con molta partecipazione e soddisfazione il seminario OGM – Organismi Giornalisticamente Manipolati. L'idea condivisa è di riuscire a ripetere l'iniziativa in altri luoghi nei prossimi mesi. Intanto è disponibile il materiale dell'incontro.

No Patent on Seeds – La coalizione internazionale No patents on Seeds ha pubblicato il 23 ottobre 2014 un rapporto sui brevetti che concernono le sementi. Lo spunto per il rapporto nasce dal fatto che l'Epo -Ufficio Europeo per i Brevetti- ha concesso migliaia di brevetti su vegetali e sementi, con un numero crescente di brevetti concessi su piante e sementi ottenuti con metodi di miglioramento genetico convenzionali. RSR sta predisponendo la traduzione in italiano e la stampa del documento.

Campagna di semina Coltiviamo la Diversità! Annata agraria 2014-2015– Benché alcune semine siano ancora da completare a causa della pioggia si può già fare un bilancio per quest'anno. Sono state distribuite 42 differenti varietà e 11 popolazioni tra frumento tenero e duro, orzo e farro. Per le varietà si sono consegnati campioni di quantità variabile tra i 10 e i 100 gr.; per le popolazioni tra i 600 gr e i 2 kg. Il materiale sarà coltivato in 30 luoghi diversi.

CALENDARIO

4 dicembre - Convegno - Aspetti normativi e scientifici dell’agricoltura biologica, Milano

Convegno organizzato dalla Fondazione Minoprio con la collaborazione di AIAB intende mostrare il quadro relativo alla ricerca scientifica e soffermarsi sugli aspetti normativi per l'agricoltura biologica.

7 dicembre -Incontro su OGM e sovranità alimentare in Casentino, Poppi – AR

All'interno della manifestazione VivereBio, in programma 6-7 dicembre a Poppi.

Calendario incontri di scambio sementi 2015

18 gennaio – Il Mandillo del seme, Ronco Scrivia – GE

Il tradizionale Mandillo dei Semi si svolgerà non più a Torriglia ma presso l'Oratorio parrocchiale di Ronco Scrivia, in piazza della stazione. La manifestazione è co-organizzata da Consorzio della Quarantina e da Rete Semi Rurali. Il 17 gennaio si svolgerà nella stessa sede la premiazione del concorso letterario Parole di Terra.

18 gennaio – LiberoScambioSemi, Sorrivoli – FC

Come oramai da cinque anni, anche quest'anno è in arrivo il bellissimo momento di scambiosemi nel cantinone del suggestivo castello di Sorrivoli organizzato dalla associazione Soffiditerra!

1 febbraio – Una Babele di Semi, giornata di scambio semi e saperi – Torino

Nell’edizione 2014 della Babele di Semi, anche quest’anno la prima domenica di febbraio ed anche quest’anno presso la bella struttura della Cascina Roccafranca, ci incontriamo all’insegna della biodiversità in una giornata di scambio di nostre autoproduzioni: semi, marze, piantini, bulbi e pasta madre.

I 5 punti sullo scambio sementi di RSR

autoproduzione. Quanto portato in scambio sia di propria produzione o del gruppo con il quale si lavora, senza alcun utilizzo di chimica di sintesi;

reciprocità. L'atto dello scambio si svolga in termini di reciprocità;

modiche quantità. Le quantità di ciò che si scambia devono essere ridotte: assumono più valore incentivandone la riproduzione, in loco, ciò ne favorisce la conoscenza delle caratteristiche e delle migliori modalità di coltivazione; 

informazioni. Come abbiamo sempre affermato la biodiversità agricola non è rappresentata solo dal materiale da riproduzione ma anche dalla conoscenza a esso associata. Corredare il materiale scambiato con informazioni utili alla sua conoscenza è essenziale per indirizzare al primo utilizzo e per la condivisione di informazioni nell'ambito delle reti di scambio;

pubblico dominio. Il materiale scambiato non è soggetto a alcun tipo di proprietà intellettuale in quanto in pubblico dominio. Non si tratta cioè di varietà iscritte ai cataloghi commerciali e tanto la sua riproduzione quanto il suo scambio in modiche quantità non può in alcun modo essere considerato atto commerciale ma piuttosto un diritto universale esercitato dalle comunità.

NOTIZIE

Corso di panificazione Triptolème, Francia

Il Pagliaio, notiziario di ASCI Piemonte di ottobre 2014

SAVE Foundation newsletter 3/2014

Terra!onlus newsletter- novembre 2014

Comunicato stampa - PatentOnSeeds – L'industria dei brevetti svende il futuro del nostro cibo

* * * * *

LIBRI

Les maisons des semences paysannes: Regards sur la gestion collective de la biodiversité cultivée en France, a cura di RSP, € 10

Una raccolta completa sul funzionamento delle case delle sementi in Francia gestite dai soci della Reseau Semences Paysannes.

Parole di Terra, dal saccheggio della terra al ritorno della comunità, di Pierre Rabhi, Pentàgora, Savona 2014, € 12

Quando sono trattati dalla penna dello studioso, del politico, dell'economista, del sociologo, del critico... gli argomenti che riguardano la vita e la morte e la rinascita delle comunità non arrivano a tutti e spesso non arrivano proprio a quelli - i contadini, chi abita nei paesi, la gente di popolo - che ne sono diretti destinatari e protagonisti e, a volte, vittime. Perché da quelle penne escono saggi e analisi qualche volte tanto approfondite quanto astratte, senza sangue, e che alla terza pagina o alla terza nota fanno sbadigliare di sonno o d'impotenza chi non ama o non sa accastellare concetti su concetti, parole astratte su parole astratte. Rabhi, in "Parole di terra", scrive proprio di quegli argomenti e parla delle comunità che, dopo l'incontro con la nostra civiltà e quell'industria estrattiva chiamata impropriamente agricoltura, diventano periferia e baraccopoli, della terra che diventa deserto, di povertà convertita in miseria, di uomini integri che diventano squali su autovetture potenti o stracci alcolizzati. Ma lo fa con penna leggera, con parole di passione, col tatto del racconto mediato dalla finzione narrativa, con la partecipazione e la compassione e la solidarietà di chi quegli argomenti non li ha studiati o pensati, ma conosciuti con gli occhi e con la pelle. E facendo così, Rabhi parla a tutti e va dritto al cuore.

I frumenti, dalle varietà al campo a cura di Oriana Porfiri, Pentàgora, Savona 2014, € 12

Il volume rientra nel progetto Coltiviamo la diversità!, promosso dalla Rete Semi Rurali, che ha l'obiettivo di riportare e diffondere tra gli agricoltori le conoscenze e le tecniche per riconoscere, selezionare in modo partecipativo, riprodurre e conservare le sementi delle loro colture, in particolare quelle delle varietà locali tramandate dalle comunità contadine nel tempo delle generazioni.

La chiave e il suo anello. Alle radici dell'anima popolare di Giuseppe Lisi, Pentàgora, Savona 2014, € 10

I ferri e le ‘sferre’, il fiocco, la chiave e il suo anello, il cerchio e la spirale, attraverso il linguaggio dell’analogia, ci parlano di un modo di conoscere e pensare il mondo comune dell’anima popolare, radicato nel tempo delle generazioni e oggi quasi incomprensibile allo sguardo contemporaneo. Con questi testi, Lisi porta a compimento una riflessione sul mondo contadino e popolare e sulle analogie che ne intessono la cultura iniziata oltre quarant’anni fa.

I Frutti della memoria: mele e pere della cultura contadinadi Federica Riva, Pentàgora, Savona 2013, € 10

Federica Riva, antropologa rurale, ha lavorato per anni nelle sue campagne e tra la sua gente per ricostruire conoscenze, visioni e affetti dei contadini verso le piante da frutto. Facendo tesoro del loro linguaggio, lei non parla di "fruttiferi" ma di "piante", non parla di "varietà" ma di "qualità", e queste varietà non sono né "tradizionali", né "locali", né "autoctone", ma "vecchie", perché la gente le dice così. E attraverso il linguaggio della gente, le racconta con partecipazione, con adesione a quel mondo che nel tempo delle generazioni le ha addomesticate, conservate e tramandate.

Vademecum per la biodiversità quotidianadi Chiara Spadaro, Altreconomia ed., Milano 2013, € 9

Tutti possiamo essere custodi della “diversità” di semi e piante, sul nostro balcone o sul davanzale o nel nostro orto. E “imparare” come fare grazie al “Vademecum per la biodiversità quotidiana: il nuovo libro di Chiara Spadaro è infatti un vero e proprio manuale di biodiversità domestica

Contadini sulla strada. Il declino dell'agricoltura familiare, a cura di Fabrizio Bottari, Pentàgora, Savona 2013, € 12

Il libro contiene un lungo e straordinario reportage INEDITO di John Steinbecksulla cacciata dei contadini americani dalle loro terre negli anni '30 e un'ampia selezione delle celebri fotografie scattate in quegli stessi anni da Dorothea Lange. Proprio da questo reportage, pochi anni più tardi, Steinbeck prenderà lo spunto e i materiali per Furore.

Manuale per salvare i semi dell'orto e la biodiversità, di Michel e Jude Fanton, Terranuova ed. Firenze 2013, € 11,50

Manuale curato da Civiltà Contadina con schede di 117 tra ortaggi, erbe aromatiche e fiori commestibili.

Produrre i propri semi, di Salvatore Ceccarelli, LEF, Firenze 2013, € 8

Questo manuale insegna a prodursi i propri semi e a riportare l’evoluzione delle piante alimentari dai laboratori degli scienziati ai campi dei contadini. 

Contadini per scelta, di Massimo Ceriani e Giuseppe Canale, Jaka Book, Milano 2013, € 18

Il tema dell’agricoltura sta tornando di attualità. Questo è un libro dei contadini,nel senso che dà la parola alle loro narrazioni. I testimoni che abbiamo incontrato sono i protagonisti di una agricoltura che resiste, che costruisce esperienze plurali e che indica una via d’uscita dall’empasse dell’agricoltura industrializzata.

Minima Ruralia, Semi, agricoltura contadina, ritorno alla terra, di Massimo Angelini, Pentàgora, Savona 2013, € 13

Cercare semi … Varietà tradizionali … I semi del corredo … Orti di periferia … Conservare la diversità … Comunanze … Prezzo giusto … Autocertificazione … Il tempo dei contadini … Costumi di un altro tempo … Fatevi le vostre varietà … Contadini, dunque villani … Scambio dei semi e diritto originari … La nostalgia non serve … L’importanza del gallo … Semi della terra, semi dell’anima: sono alcuni tra gli argomenti presentati in questa raccolta dove è comunicato il percorso di riflessione e di azione intrapreso dall’autore dentro e intorno al mondo rurale.

* * * * *

CAMPAGNE

CAMPAGNA PER L'AGRICOLTURA CONTADINA

La rete di associazioni promotrici si è riunita a Milano il 29 marzo 2014 riorganizzandosi nel suo coordinamento e in gruppi di llavoro. Restano aperte le relazioni costruite a partire dal testo che traduce in proposta di legge i contenuti della petizione. 

* * * * *

NoPatentOnSeeds! Campagna per l'effettiva applicazione della Direttiva Europea 98/44/CE

A livello europeo è attiva una Campagna contro la brevettabilità di varietà, piante e animali, conosciuta con il nome di No Patent on Seeds. Promossa da alcune organizzazioni non governative, come ad esempio Greenpeace, Réseau Semences Paysannes e Gene Watch, vede oggi la partecipazione di ben 270 organizzazioni europee. La Direttiva 98/44/CE escluderebbe dalla brevettazione le varietà vegetali ma l'Ufficio Brevetti Europeo ha riconosciuto oltre 200 brevetti su specie vegetali riprodotte con metodi convenzionali, sotto la continua pressione delle multinazionali del biotech. La Campagna chiede che l'Ufficio Brevetti si attenga alla legislazione europea. Da quest'anno anche Rete Semi Rurali è entrata ufficialmente nella Campagna.

NEWS – il Report di No-Patent-on-Seeds

Contiene informazioni approfondite sul funzionamento e l'attività di EPO

Comunicato stampa congiunto del 16 ottobre 2013

Lettera aperta ai Membri del Parlamento Europeo e alla Commissione Europea

No ai brevetti su piante e animali!

* * * * *

Per segnalare notizie e appuntamenti scrivi a info@semirurali.net

RSR Notizie ha cadenza mensile

* * * * *

A norma del Dlgs 196/2003, Codice in materia di protezione dei dati personali, la Sua e-mail è stata inserita nel nostro database perché espressamente da Lei richiesto o perché reperita da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque, fermi restando i limiti e le modalità che le leggi, i regolamenti e la normativa comunitaria stabiliscono per la conoscibilità e pubblicità dei dati.

Letto 2042 volte Ultima modifica il Martedì, 02 Dicembre 2014 20:00