Login Form

Login Form

Domenica, 21 Maggio 2017 17:32

CUSTODIA DEL TERRENO. STUDIO E LAVORO IN MAREMMA Da sabato 3 Giugno a domenica 11 Giugno

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)

​ISCRIZIONI ENTRO IL 28 MAGGIO, 5 giornate di lavoro fisico - 10 incontri di studio - 2 gite - 3 pause ricreative – 2 giornate aperte ai non iscritti.

Ecologia Agricoltura Ingegneria. CAMPO DI UNA SETTIMANA DI STUDIO E LAVORO SUL TERRENO.

9 giorni insieme, nello spirito WwoofItalia di educarsi e lavorare insieme per l'alleanza fra natura e agricoltura.

 Nella Maremma Toscana, fattoria Wwoof di Giancarlo BucciPodere Veranelloprovincia di Grosseto, comune di Scansano, località Pomonte.

Lo studio e il lavoro saranno dedicati ad acquisire le conoscenze e all'applicazione pratica di un ACCORDO DI CUSTODIA DEL TERRENO fra un proprietario di terreno e tecnici ambientali. Si tratta di uno strumento che diffonde e impiega principi e metodi di conservazione e progettazione ambientale, per rendere la proprietà terriera un bene comune naturale, in cui le persone vivono e coltivano, per sussistenza e reddito, come membri di un ecosistema persistente. Da una visione territoriale più ampia si passa alle caratteristiche del podere per interpretarne le tendenze naturali e coordinarle con le esigenze di chi lo ha in custodia. Si raccolgono cognizioni di architettura del paesaggio, rilevazione e progettazione ambientale, politica ambientale, idrogeologia, indicatori ecologici di acqua terra e bosco, ingegneria naturalistica, agricoltura naturale, iniziativa sociale per un lavoro collaborativo. Si realizzano, con pale e carriole, opere per conservare e depurare l'acqua e per assecondare la rinaturalizzazione spontanea di aree incolte. Si lavora di giorno nelle ore fresche. Si studia nelle ore calde e la sera, con tempi di convivialità riposo e ricreazione. Il campo è aperto alle persone interessate e motivate alla protezione della natura, anche senza una preparazione specifica.

A cura del gruppo di lavoro Custodia del terreno di WWOOFItalia. Dino Chiaraviglio, Francesco Bifulco, Francesco Francisci, Giancarlo Bucci, Marina Pischedda.

CARATTERISTICHE GENERALI. INIZIO sabato 3 ore 18. TERMINE  domenica 11 ore 16 (E' possibile arrivare prima e partire dopo accordandosi con Giancarlo). SINTESI ATTIVITA': primo e ultimo giorno introduzione e conclusioni - 5 giornate di lavoro fisico - 10 incontri di studio - 2 gite - 3 pause ricreative – 2 giornate aperte ai non iscritti. ORARI:  attività fra le 6 e le 23 - sveglia 5.30 - colazione 6-6.30 - lavoro 6.30-10.30 e 16.30-19-30 - pranzo 13-14 - riposo 14-16 - cena 20-21 - studio 11-13 e/o 21-23. LINGUA: Italiano

LAVORO SUL TERRENO.  L'obbiettivo è la realizzazione di un'area umida, che, oltre a costituire un'importante ambiente naturale ricco di biodiversità, consenta di conservare e depurare l'acqua che si raccoglie nel podere. Il lavoro principale consisterà in un'opera di sbarramento di un fosso, che  determini la deviazione dell'acqua verso un'adiacente avvallamento. Si lavorerà manualmente applicando principi e metodi di ingegneria naturalistica. Si valuterà in corso d'opera la fattibilità di altri interventi sia legati al precedente, che per assecondare la rinaturalizzazione spontanea di aree incolte.

INCONTRI E VISITE DI STUDIO

Sabato 3 e Domenica 4. Giornate di introduzione

Alloggiamento, presentazioni, introduzione al campo, autoorganizzazione del campo e assegnazione di turni di pulizia e cucina.

A cura del gruppo di custodia. Descrizione e sottoscrizione dell'Accordo di Custodia del terreno fra Giancarlo e il gruppo di esperti. Illustrazione del progetto di sbarramento del fosso e altre opere, con ricognizione sul sito di lavoro e preparazione del cantiere.

Marc Vilahur, scienziato e manager ambientale. La fondazione Emys in Catalogna. Videoconferenza La politica ambientale realizzata da cittadini sui propri terreni, con accordi di custodia

Claudio Pozzi, presidente WWOOFItalia. Principi e progetti WwoofItalia.Wwoofing come sinergia relazionale. Dimensione educativa. Progetto di fattoria-scuola per formare 'contadini della natura'.

Lamberto Soldatini, architetto ambientale. Il territorio di Scansano/Pomonte nel contesto maremmano. Relazione e visita.  Ambiente, antropizzazione, storia, paesaggio

Giancarlo Bucci, contadino. Il podere Veranello. Racconto e visita. Abitazione di famiglia e vita colonica, svolta bio, azienda, attrezzatura, economia, ospitalità e Wwoofing, rete di vicinato, un laboratorio aperto

Lunedi, Martedì, Giovedì, Venerdì e Sabato10

Carlo Scoccianti, biologo e progettista ambientale. Le oasi di Focognano e Piombino. Progettazione ambientale. Gli anfibi e le aree umide. Microhabitat da salvaguardare. Pratiche devastanti da evitare.

Esperto ingegneria naturalistica. Ingegneria naturalistica. Principi generali. Materiali e attrezzature. Esempi di opere realizzate. Verifica dell'intervento in corso sul podere.

Marina Pischedda e Francesco Francisci, naturalisti. Ecosistemi acquatici e terrestri. Relazione/visita con dimostrazioni. Habitat Metodi di rilevazione Indici di salute ecologia

Claudio Pinzauti, esperto di agroforesta (food forest). Il possibile ecosistema agroforesta. Lettura del paesaggio vegetale. Ecologia del bosco e adattamento alla produzione di alimenti per uso umano.

Mercoledì

A cura del gruppo di custodia. Visita al Podere Fattoria Acquacalda di Luca Pellarini a Poggio Murella zona Saturnia/Manciano. Avvio di un Accordo di custodia: principi generali, sopralluogo, esigenze del proprietario.

Dino Chiaraviglio. Camminata e mappatura. I progetti di percorsi pedonaliAmmappalitalia e VieWwoof. Conoscere e vivere il territorio ritornando a camminare.

Giancarlo Bucci. Contratti di rete e politiche europee. Nuove normative italiane e regolamenti comunitari che incentivano cooperazione e sostenibilità ambientale e percorso applicativo locale

Domenica 11. Giornata di conclusioni.

Discussione conclusiva. Prospettiva di continuare la formazione e far crescere il gruppo esperti. L'accordo di custodia del terreno come possibile strumento Wwoof per una impostazione pratica e condivisa di agricoltura naturale. Smontaggio campo e saluti.

GIORNATE APERTE Domenica 4 e Mercoledì.

In queste due giornate possono intervenire persone interessate a conoscere la custodia del terreno, che non possono partecipare alla settimana di campo. 

RICREAZIONE. Previste 3 pause ricreative con musica e balli, bagno alle vicine terme di Saturnia, visita al borgo Montemerano, oltre a tempo libero per riposo o impegni personali 

ORGANIZZAZIONE

Indirizzo  Giancarlo Bucci. Podere Veranello. Via S.P.Ragnaie, 69. 58054 Scansano GR. Tel 347 8036456. GPS  42.649660182  11.400364637. Via delle Ragnaie inizia dal bivio posto al km 85,900 della Provinciale 159 (Grosseto-Mancino via Scansano. Il podere si trova sulla destra a 600 metri dal bivio.

Come arrivarci Con mezzi propri: sulla Strada Provinciale 159 Grosseto-Manciano Via delle Ragnaie si dirama verso nord all'altezza di Pomonte, frazione di Scansano, circa a metà strada (14 km) sia da Scansano che da Manciano. Per chi proviene da Scansano, Via delle Ragnaie si trova sulla sinistra  poco prima di Pomonte. Con mezzi pubblici Treno e Bus. Stazione ferroviaria Grosseto (si raccomanda arrivare per tempo a Grosseto). Linea bus diretta Grosseto-Manciano via Scansano, con partenza dal piazzale della stazione di Grosseto e fermata “Bivio Ragnaie” fra Provinciale 159 e Via delle Ragnaie. Per l'arrivo il sabato ultime corse da GR ore 13:30 e 16:20 (con arrivi al Bivio Ragnaie ore 14:41 e 17:21). Per la partenza uniche corse dal Bivio lunedì ore 06:29 e 07:46 (con arrivi a Grosseto ore 07:40 e 08:43). La domenica non ci sono corse. Per eventuali difficoltà o variazioni di giorno contattare Giancarlo.

Alloggio e Cibo. Si alloggia in casa di Giancarlo, che è una casa colonica non una struttura ricettiva. 10 posti letto in camere multiple. Gli altri in tenda possibilmente propria. Portare lenzuola sacco a pelo asciugamanoUso moderato di acqua luce telefono e connessione internet. Cibo locale, stagionale e naturale tendenzialmente vegetariano. Segnalare particolari esigenze alimentari. Faremo turni per le pulizie domestiche e la cucina, che comunque è gestita dalla casa.

Abbigliamento e Attrezzatura. Scarpe guanti da lavoro. Cappello. Abiti leggeri ma anche per fresco o pioggia. Costume da bagno. Bucato a mano. Detersivi naturali per igiene e bucato. Carta igienica. Crema solare. Chi può porti utensili da scavo e trasporto terra.

Costi. Abbiamo contenuto al massimo la quota di partecipazione, che è di 120 euro (80 per contributo alle spese di vitto e alloggio, 40 per contributo alle spese per materiali e contributi ai relatori). Contiamo da chi può permetterselo in un contributo libero aggiuntivo, non necessariamente finanziario, sia per integrare le spese del campo, sia per  il lavoro in divenire del gruppo di custodia. Chi ha serie difficoltà di spesa, ma è molto motivato, può chiamare Giancarlo per valutare insieme modi alternativi per contribuire. 50 euro devono essere versati come caparra per l’iscrizione (vedi sotto), il rimanente saldato all'arrivo. Chi partecipa ad una delle giornate aperte, versa 20 euro e una eventuale offerta libera.

Iscrizione. Il campo si svolge con un minimo di 6 iscritti fino ad un massimo di 15. Si accettano iscrizioni fino al 28 maggio. Ci si iscrive dapprima contattando i referenti indicati qui sotto, quindi versando 50 euro, entro il 28 maggio, sul conto bancario intestato a:

- Elisabeth Fischer

-IBAN DE94120300001019075397

-BIC BYLADEM1001.

Le iscrizioni/prenotazioni sono valide a bonifico ricevuto.

Occorre iscriversi anche alle giornate aperte, annunciando orari di arrivo e tempo di permanenza.

Per iscrizione e informazioni contatta: Dino dinutzz@hotmail.com 328 9023672 o Giancarlo giancarlobiologico@gmail.com 347 8036456

Letto 743 volte Ultima modifica il Lunedì, 22 Maggio 2017 09:57