Login Form

Login Form

Mercoledì, 13 Novembre 2013 18:07

Terranave 05 - Zolle Sovversive

 

 

Nato nel 2011, il progetto Sbarchi in piazza mette a rete decine di produttori italiani che lavorano a condizioni etiche, in modo del tutto naturale, per una piccola distribuzione e senza sfruttamento della manodopera, costruendo un’economia solidale o, come la chiamano gli stessi produttori, un’economia del noi. Un’alternativa all’agricoltura industriale finalizzata alla coltivazione di prodotti per la grande distribuzione.

Lavorare la terra è un grande atto di responsabilità, per questo prendere scorciatoie non paga: al contrario, la natura ci presenta un conto salatissimo, come la storia ci insegna“. I semi e la terra, Davide Ciccarese

http://amisnet.org/agenzia/2013/11/07/terranave-zolle-sovversive/

 

Roberto Li Calzi è uno dei tanti produttori che hanno fatto rete e costruito il progetto Sbarchi in Piazza, un’iniziativa che unisce aziende agricole e singoli agricoltori di ogni parte d’Italia, che saltuariamente si incontrano e sbarcano nelle piazze, per scambiare prodotti agroalimentari ma anche e soprattutto per scambiare saperi e informazioni in fatto di agricoltura e produzione. “Le api, di fronte alle emergenze climatiche, costituiscono un gruppo per scaldarsi a vicenda” spiega Roberto ” il concetto che muove il nostro progetto è un pò questo: mettere a disposizione mezzi, conoscenze e prodotti, affinchè tutti i produttori della nostra rete restino sulla piazza”.

Tra le attività di comunicazione promosse da Sbarchi in piazza vi è stata la realizzazione del documentario “L’altra faccia dell’arancia”, un film che racconta il progetto e vede i produttori e i consumatori come protagonisti. “L’altra faccia dell’arancia” sta girando in diversi contesti, anche nelle scuole, dove la visione del lungometraggio è accompagnata da un dibattito sull’economia solidale. In questi incontri ad esempio viene spiegato cosa succede quando un prodotto viene distribuito dalla grande distribuzione: tra il campo e il supermercato esiste una lunga filiera fatta di numerose intermediazioni che causa un ricarico sui prezzi finali della merce che arriva fino al 400%, in pratica per ogni euro speso dai consumatori oltre la metà va alla distribuzione commerciale. Eppure in Italia i colossi della grande distribuzione detengono circa il 75% del mercato alimentare. Tra le conseguenze più gravi di un agricoltura su grande scala c’è lo sfruttamento della manodopera sui campi, per questo uno degli obiettivi fondamentali del progetto Sbarchi in piazza è la salvaguardia dei diritti dei lavoratori, con uno sguardo attento alle condizioni dei braccianti migranti, che troppo spesso lavorano in nero, a paghe da fame e in condizioni disumane.

Ospiti della puntata:
 
Federico De Musso, regista
Lorenza Conte, bracciante
Paolo, cantore di favole
 

 

Terranave è un programma di Marzia Coronati
La rubrica Lu Cuntu è a cura di Andrea Cocco
L’articolo della settimana di Comune-infoDove siamo? Qui. Che ora è? Ora
Rumori, voci e suoni tratti dal documentario L’altra faccia dell’arancia
Per informazioni o consigli scrivete a radioterranave@gmail.com

Terranave è trasmesso da:

Radio Flash (Torino, 97.6)  giovedì 15 (replica giovedì 20,00)
Radio Kairos (Bologna, 105,85)  sabato 13,00 (replica giovedì 14,30)
Radio Indygesta (Web Radio)
Radio Onda d’urto (Brescia, Cremona, Piacenza, 99.6) mercoledì 13,30
Radio Ciroma (Cosenza, 105,7) martedì 19,30
Radio Onde Furlane (Udine e Gorizia) sabato 17,30
Radio Beckwith (Torino) mercoledì 14,30 (in replica domenica 13,30)
Radio Gold (Alessandria)
Radio Popolare Salento (Lecce, Taranto)
Radio Sonar (web radio)

 

 

 

 

Pubblicato in Terranave

 

“Esistono due diversi modi per uscire a piedi da una città e lasciarsela alle spalle. Il primo è come venire fuori da una bolla di sapone, che piano piano si allunga, si deforma, pare non volerti lasciare e poi invece esplode in una nuvola di gocce e ti accompagna ancora per un bel pezzo, con il suo odore di cemento e polveri sottili. Il secondo è trovare una via di fuga, una porta girevole tra l’urbe e il contado, di solito un parco, una strada secondaria, una pista ciclabile sull’orlo della metropoli”. Il sentiero degli dei, Wu ming 2

 

Su Terranave continuiamo a parlare di cartografia. Una mappa, se realizzata in un certo modo, non è solo uno strumento di orientamento, ma anche una rappresentazione soggettiva della realtà, un racconto di un viaggio tradotto su carta.  Sul sito Ammappalitalia è possibile raccontare il proprio percorso preferito, un progetto collettivo che mira a mappare il maggior numero di sentieri d’Italia percorribili a piedi.

Ecco il link per ascoltare la puntata:

http://amisnet.org/agenzia/2013/10/31/terranave-mappe-storie/

Per chi vuole ascoltarci in FM, Terranave è trasmessa da:

Radio Flash (Torino, 97.6)  giovedì 15 (replica giovedì 20,00)
Radio Kairos (Bologna, 105,85)  sabato 13,00 (replica giovedì 14,30)
Radio Indygesta (Web Radio)
Radio Onda d’urto (Brescia, Cremona, Piacenza, 99.6) mercoledì 13,30
Radio Ciroma (Cosenza, 105,7) martedì 19,30
Radio Onde Furlane (Udine e Gorizia) sabato 17,30
Radio Beckwith (Torino) mercoledì 14,30 (in replica domenica 13,30)
Radio Gold (Alessandria)
Radio Popolare Salento (Lecce, Taranto)
Radio Sonar (web radio)


Buon ascolto!

La redazione di Terranave

 p.s.  Terranave ha le orecchie sempre aperte, per proporre la vostra alternativa, per plausi o proteste, potete scrivere a radioterranave@gmail.com. Terranave ama essere ascoltata, per cui se avete un sito, un blog, un paio di casse con cui diffonderla, la redazione ne sarà ben felice.

 

Pubblicato in Terranave
Domenica, 27 Ottobre 2013 17:19

Terranave 02 - Terre incolte

“Abbiamo ammazzato la montagna ed ora non ci resta che il mondo dei vinti”. Nuto Revelli, Il mondo dei vinti

Centinaia di migliaia di ettari di terreni abbandonati e incolti, tra proprietà private lasciate all’incuria e terre pubbliche. Quali sono le conseguenze di questo massiccio abbandono? Cosa si potrebbe fare con queste terre e cosa si sta già provando a fare?

Ecco il link per ascoltare la puntata:

http://amisnet.org/agenzia/2013/10/17/terranave-terre-incolte/

Per chi vuole ascoltarci in FM, Terranave è trasmessa da:

Radio Flash (Torino, 97.6) giovedì 20,00

Radio Kairos (Bologna, 105,85) sabato 13,00

Radio Indygesta (Web Radio)

Radio Onda d’urto (Brescia, Cremona, Piacenza, 99.6) mercoledì 13,30

Radio Ciroma (Cosenza, 105,7) martedì 19,30

Radio Onde Furlane (Udine e Gorizia) sabato 17,30

Radio Beckwith (Torino) mercoledì 14,30 (in replica domenica 13,30)

Buon ascolto!

La redazione di Terranave

p.s. Terranave ha le orecchie sempre aperte, per proporre la vostra alternativa, per plausi o proteste, potete scrivere a radioterranave@gmail.com.

Terranave ama essere ascoltata, per cui se avete un sito, un blog, un paio di casse con cui diffonderla, la redazione ne sarà ben felice.

Pubblicato in Terranave
Domenica, 27 Ottobre 2013 17:12

Terranave 03 - Geografie narranti

“Appena si decide di farne a meno, ci si accorge di come gli aerei ci impongono la loro limitata percezione dell’esistenza; di come, essendo una comoda scorciatoia di distanze, finiscono per scorciare tutto: anche la comprensione del mondo“. Tiziano Terzani

Il riordino Gelmini ha stravolto e in alcuni casi persino eliminato l’insegnamento della geografia nelle scuole. Ma cosa significa fare geografia nell’era dei navigatori satellitari? Che differenza c’è tra le classiche cartine e le nuove mappe? Come è possibile oggi incuriosire a appassionare i ragazzi rispetto alla geografia?

Ecco il link per ascoltare la puntata:

http://amisnet.org/agenzia/2013/10/24/terranave-geografie-narranti/

Per chi vuole ascoltarci in FM, Terranave è trasmessa da:

Radio Flash (Torino, 97.6) giovedì 15 (replica giovedì 20,00)

Radio Kairos (Bologna, 105,85) sabato 13,00 (replica giovedì 14,30)

Radio Indygesta (Web Radio)

Radio Onda d’urto (Brescia, Cremona, Piacenza, 99.6) mercoledì 13,30

Radio Ciroma (Cosenza, 105,7) martedì 19,30

Radio Onde Furlane (Udine e Gorizia) sabato 17,30

Radio Beckwith (Torino) mercoledì 14,30 (in replica domenica 13,30)

Radio Gold (Alessandria)

Radio Popolare Salento (Lecce, Taranto)

Radio Sonar (web radio)

Buon ascolto!

La redazione di Terranave

p.s. Terranave ha le orecchie sempre aperte, per proporre la vostra alternativa, per plausi o proteste, potete scrivere a radioterranave@gmail.com. Terranave ama essere ascoltata, per cui se avete un sito, un blog, un paio di casse con cui diffonderla, la redazione ne sarà ben felice.

Pubblicato in Terranave
Giovedì, 10 Ottobre 2013 19:46

Terranave 01 - I semi del potere

 In questa prima puntata della nuova stagione di Terranave parliamo di semi e di come sia diverso l’approccio dell’agricoltura contadina rispetto a quella dell’agricoltura industriale riguardo alla loro conservazione e circolazione. Quali sono gli impatti dell’agricoltura agroindustriale sulle varietà vegetali? E quali le alternative messe in campo? A risponderci, esperti nazionali e internazionali. In chiusura, “Lu cuntu”, una raccolta di favole, storie e racconti.

http://amisnet.org/agenzia/2013/10/10/terranave-i-semi-del-potere/

Pubblicato in Terranave