Login Form

Login Form

Hola.  Siamo Maurizio e Maria José, della Fattoria Gioia,  una piccola azienda agricola biologica che fa agroecologia sulle colline teramane, a Cellino Attanasio.  Dopo la neve del 5 marzo, qui è franato tutto: siamo rimasti isolati, senz'acqua, con i nostri due bimbi, le capre, le mucche, i maiali, e il caseificio da portare avanti. E stata dura. Abbiamo avuto paura, tanta paura.. Abbiamo tenuto duro grazie alla straordinaria rete di solidarietà che si è creata sopratutto fra i diversi GAS abbruzzesi.  Dobbiamo anche ringraziare i volontari del WWOOF Italia (www.wwoof.it) che sono venuti a piedi in quel periodo per darci una mano, e tanto coraggio.

Adesso l'emergenza è passata, ma dopo un primo intervento di emergenza, c'è ancora un divieto di circolazione, tranne per residenti, e comunque quando piove, viene giù il fango e non si passa più.

 Visto che le istituzioni non ce la fanno ad intervenire su questa strada, comunale,  dobbiamo arrangiarci da soli. Abbiamo già pulito con la zappa un po' di  punti di scollo per l'acqua, ma le nostre forze sono minuscole nei confronti di una calamità naturale di queste dimensioni: abbiamo bisogno di uno scavatore per tenere i punti di scolo puliti prima delle  prossime piogge.

 E poi, in spagnolo si dice “A Dios orando, y con el mazo dando”, cioè: bisogna mettere insieme pratica e teoria. In collaborazione con l'Associazione Italiana Per l'Ingegneria Naturalistica  (www.aipin.it) ,  stiamo organizzando un corso sia per noi contadini che per gli addetti ai lavori, su come migliorare  la gestione delle acque.

Perché vogliamo, e dobbiamo rimanere sul territorio, noi contadini,  non possiamo più fare le cose senza prendere atto di quello che accade in torno a noi. Non possiamo soltanto subire le conseguenze del dissesto idrogeologico, ma dobbiamo agire per evitarlo, o per lo meno, mitigarne le conseguenze.

CONCRETAMENTE: 

Abbiamo bisogno di 10.000 euro per comprare uno scavatore, usato, ovviamente, e per fare un corso di formazione. Ogni contributo ci aiuterà a diventare più resilienti di fronte  a fenomeni simili in futuro.

https://www.produzionidalbasso.com/project/agroecologia-e-resilienza-come-custodire-il-territorio/

 

Pubblicato in Iniziative